Il primo contatto:
La persona che sceglie di far fronte al proprio disagio attraverso il mio aiuto viene accolta con un primo colloquio che serve a delineare le motivazioni che hanno portato il paziente a chiedere assistenza e le modalità del mio lavoro terapeutico.
L’analisi della domanda:
Seguono un numero definito di incontri, utili a comprendere approfonditamente la richiesta di aiuto, nel corso dei quali possono essere utilizzati, oltre alla tecnica del colloquio, test psicodiagnostici.
Il trattamento:
Viene concordato insieme al paziente il progetto terapeutico ed il percorso più adeguato alla specificità della sua problematica, della sua storia e del suo contesto familiare e sociale, utilizzando uno o più dispositivi terapeutici di mia competenza: setting individuale, di coppia, di gruppo.
Il percorso è sempre personalizzato e può essere integrato, a seconda della gravità o della fase evolutiva del paziente, ad altre prestazioni professionali.